mercoledì 15 febbraio 2006

Zoologia

Leggendo l’atto fondatore dello Zoo (che non è Lo Zoo di Berlino), guardo la mia famiglia con gli occhi di un naturalista. Mio padre è un animale industrioso; dopo averla dotata di forno e librerie, oggi rinnova il tetto della casa di Ragnardo, per lasciare ai suoi piccoli una tana come si deve. Mia madre, mammifera, risparmia le forze, per poi fornire cibo e abiti al compagno, e a mio fratello, belva pigra e sonnolenta. Sono stanziali, ma con la bella stagione migrano in Sardegna.

5 commenti:

emma_bois ha detto...

ma presenti Ishiguro stasera alla Feltrinelli e non dici niente?

Cano ha detto...

Emma, Emma, tu scherzi sempre! Sai benissimo che il presentatore di Ishiguro non sono io, ma il mio odiato omonimo.

cristianaeffe ha detto...

ma chi è il blogger dello zoo? bravo che ahi fatto il distinguo...

Cano ha detto...

A dir la verità, non so chi sia. Chiedilo a lui!

cristianaeffe ha detto...

Fatto.