mercoledì 16 gennaio 2008

Paraculi

Daniel Barenboim, musicista israeliano, suona spesso per i palestinesi, che gli hanno dato la cittadinanza onoraria. Barenboim dice che tra i due popoli può regnare concordia, e l’occupazione deve finire, ma ammette poi di non sapere come, non essendo un politico ma un musicista. Di solito gli artisti umanitari, impegnati nei massimi problemi, messi alle strette fanno gli ingenui o gli spiritosi. Sembra sempre che abbiano idee geopolitiche un po’ vaghe, e che siano fondamentalmente dei paraculi.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Il primo fu Lennon, buonanima.

Vark

Cano ha detto...

Vero. Negli anni Settanta, a proposito delle esternazioni musopolitiche di Lennon, Phil Ochs ebbe a dire che erano “Le farneticazioni di un pagliaccio”.